Il Comune di Fano acquisterà l’area del teatro romano di via De Amicis.

Con l’acquisizione (si parla di un valore di circa 670mila euro) il Comune entrerà in possesso del manufatto che insiste nell’area del teatro, mentre la parte degli scavi romani è già di proprietà dello Stato, in particolare del Demanio culturale.

Ne faremo –dice il sindaco Massimo Seri – un museo archeologico multimediale e diventerà la sede del Lisippo».

Dopo 18 anni dal suo ritrovamento,  si sblocca la vicenda del teatro romano rivenuto nel 2001 in un’area di proprietà privata (l’ex Filanda di Sperandini) nel cuore del centro storico. La soluzione dell’acquisto  resa possibile grazie all’approvazione del bilancio preventivo del Comune entro il 31 dicembre 2018 e di quello consuntivo entro aprile 2019.

Pietro Celani ha spegato che «Il rispetto di queste date permette al Comune di usufruire di alcuni benefit tra cui la possibilità di acquistare immobili, altrimenti vietata».

teatroromanofano

Potrebbero interessarti anche...

Translate »