Rof chiude con oltre 18mila spettatori

Record presenze e incasso. Al Festival 2019 due nuove produzioni

Si è chiusa a Pesaro con la Petite messe solennelle la 39/a edizione del Rossini Opera Festival. Il botteghino ha fatto registrare 18.300 presenze e un incasso di 1.392.000 euro: sono i dati più alti della storia del Festival.
La percentuale di spettatori stranieri si è attestata al 67% con 45 nazioni ‘rappresentate’ e novità quali Bahrein, Guadalupa e Macedonia. Ai primi posti Francia, Germania, Regno Unito, Giappone, Stati Uniti, Austria, Svizzera, Belgio, Spagna e Russia. Servizi sul Rof sono stati realizzati da testate proveniente da 25 Paesi del mondo tra cui Argentina, Giappone, Messico, Perù, Russia, Stati Uniti, Sud Africa e Venezuela. Sono state trasmesse in diretta Rai le prime delle tre opere principali in cartellone e la Petite messe solennelle. Il 40/o Rossini Opera Festival (8-20 agosto 2019) proporrà due nuove produzioni: Semiramide (direttore Michele Mariotti e regista Graham Vick) e L’equivoco stravagante (direttore Carlo Rizzi, registi Moshe Leiser e Patrice Caurier).

Musica: Rof 2018, record di incassi e presenze

Potrebbero interessarti anche...

Translate »